Formazione

Identità Virtuale

Home » Formazione » Corso di Formazione "Teoria e tecnica dell'indagine socio psicopedagogica online"

Corso di Formazione "Teoria e tecnica dell'indagine socio psicopedagogica online"

 

A.A. 2017/2018

Sedi di: Cagliari, Nuoro, Sassari, Roma, Taranto

 

 

 

 

CON IL PATROCINIO DI:

TRIBUNALE PER I MINORENNI DI CAGLIARI


 

 

IN COLLABORAZIONE CON

Ufficio II DGPRAM - Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

 

 

IFOS in convenzione con:

Ordine Assistenti Sociali Puglia

Università del Salento, Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'uomo

 

 

PROGRAMMA

INFORMAZIONI PER LE ISCRIZIONI

RICHIESTA INFORMAZIONI


 

Download

 

 

Per avere maggiori informazioni CONTATTACI

 


 

 

PREMESSA E OBIETTIVI

Il corso di formazione offre ad assistenti sociali, psicologi, pedagogisti, neuropsichiatri infantili e psichiatri gli strumenti per compiere l’indagine sull’identità virtuale e per progettare adeguati interventi (sociali, clinici, rieducativi e riparativi) finalizzati a prevenire e/o contrastare le azioni trasgressive e criminali sul web.

Infatti se fino al 2000 il disagio e la psicopatologia si sono rivelati esclusivamente sui versanti della realtà (ad esempio le fobie), del corpo (ad esempio i disturbi psicosomatici e alimentari) e del pensiero (ad esempio la nevrosi ossessiva), oggi si manifestano anche sul versante virtuale. Per questo motivo, alla nosografia classica di area psicologica e psichiatrica che cataloga “sintomi tradizionali o analogici” come la paura, la perdita di interesse per le attività quotidiane o gli scatti di ira, è sempre più importante affiancare una nosografia digitale capace di classificare i “nuovi sintomi” come il sexting, il grooming o il furto dell’identità. Indicatori di un disagio e quindi di problematiche individuali e familiari che nascono nella realtà e che si riverberano poi nel web.

Durante il percorso formativo è pertanto illustrata la procedura per compiere l’indagine socio psicopedagogica online che è necessario affiancare a quella tradizionale (indagine sociale, colloqui, questionari e test) per conoscere e valutare la dimensione virtuale dell’utente.

 

Nello specifico sono forniti gli strumenti epistemologici e metodologici per:

1) compiere la “visita domiciliare online”;

“La visita domiciliare è un particolare colloquio svolto a casa dell’utente perconoscere il suo ambiente di vita e approfondire la comprensione della dimensione sociale e familiare (Campanini, 2002). Si tratta quindi di uno strumento professionale che sostiene la fase di studio e osservazione dell’ambiente familiare e la progettazione di percorsi di intervento. L’abitazione è infatti simbolo di identità perché rappresenta, per come viene organizzata, arredata e gestita, la  storia della persona e il suo mondo interno (Giacopuzzi, 2015).

Allo stesso modo con cui si visita la casa tradizionale si puo’ pensare di visitare anche la casa virtuale, l’ambiente in cui opera e interagisce la persona, ossia “il sistema di spazi virtuali in cui si compiono abitualmente le attività online”. Anche la casa virtuale può infatti rivelare le caratteristiche psicologiche e sociali dell’utente, essendo una forma di linguaggio che trasmette informazioni sulla persona e la sua soggettiva, la modalità di vivere e di essere. Per questo motivo è utile affiancare alla tradizionale visita domiciliare la “visita domiciliare online” che si può definire come “una sequenza di colloqui svolti, al compimento delle consuete indagini conoscitive, con un utente disponibile a fare conoscere la sua casa virtuale tramite la consultazione dei suoi profili online e delle applicazioni scaricate sul cellulare o su altri device e a riferire le attività che generalmente esegue”. (Pisano, 2016)

 

2) valutare se gli utenti (minore e i suoi genitori) concettualizzano adeguatamente la loro Identità Virtuale o possiedono solamente il Senso del Sé virtuale;

 

3) somministrare il questionario, “Identità Virtuale e Senso del Sé Virtuale: il rapporto con le nuove tecnologie”, ed elaborare con l’ausilio del software il profilo di funzionamento degli utenti;

 

4) compiere la “valutazione della maturità psicologica riferita alla dimensione virtuale”. Per l’area penale minorile sono infatti esposti gli indicatori per la valutazione della “maturità psicologica virtuale” nei casi di ragazzi che commettono reati utilizzando internet e alcune riflessioni sull’opportunità di disporre la mediazione penale, l’irrilevanza del fatto, la messa alla prova e il perdono giudiziale per i minorenni che non concettualizzano adeguatamente la propria identità virtuale;

 

5) compiere la valutazione delle competenze genitoriali virtuali”.

In particolare è spiegato il funzionamento del questionario “Parent 1.0” che, esplorando i comportamenti off e online dei membri della famiglia, permette di misurare la capacità dei genitori di educare i figli a un uso responsabile delle nuove tecnologie. Strumento che per essere facilmente utilizzato dai professionisti socio-sanitari è stato informatizzato ed è disponibile online.

 

I principali obiettivi del Corso di formazione sono:

1.    fornire strumenti epistemologici e metodologici per analizzare e valutare l’identità virtuale e i suoi rapporti con quella reale;

2.    fornire nuovi strumenti di analisi e valutazione per accostare alla tradizionale indagine sociale la “visita domiciliare online”;

3.    fornire procedure, questionari e software per sostenere l’indagine e la valutazione;

4.    fornire indicazioni di carattere deontologico per quanto riguarda la “visita domiciliare online”.

 

 

PROGRAMMA

Aspetti deontologici: la corretta gestione dei rapporti con gli utenti, i clienti, la magistratura, gli avvocati e gli operatori socio-sanitari nei casi di “Indagine socio psico pedagogica online sui minori (e le loro famiglie) che commettono azioni trasgressive e/o criminali sul web”. La legge sulla privacy e il consenso informato.


ASPETTI EPISTEMOLOGICI

Il Senso del Sé Virtuale e l’Identità Virtuale

1. La difficoltà di concettualizzare l’Identità Virtuale e l’ossimoro “realtà virtuale”

2. La semplice coscienza dell’esserci online: il Senso del Sé virtuale

2.1 Definizione e proprietà del Senso del Sé Virtuale

3. La consapevolezza autoriflessiva: l’Identità Virtuale

3.1 Definizione e proprietà dell’Identità Virtuale

 

ASPETTI METODOLOGICI

Teoria e Tecnica dell’indagine socio psico-pedagogica online

1. La “visita domiciliare online”

1.2 Le aree tematiche e le domande

1.2.1 Il Cellulare

1.2.2 Computer e Tablet

1.2.3 Videogiochi

1.2.4 Social Network

 

2. L’organizzazione dei dati

2.1 La funzione sociale

2.2 La funzione protettiva

2.3 La funzione ermeneutica: la concettualizzazione del senso del sé virtuale e dell’identità virtuale

 

AREA PENALE

1. Gli indicatori per la valutazione della “maturità psico sociale riferita all’area virtuale”

1.2 Considerazioni sull’opportunità di prevedere gli istituti dell’irrilevanza del fatto, del perdono giudiziale e della messa alla prova

1.3 Reati online e politica riparativa: la mediazione online

 

AREA CIVILE

1.  La valutazione delle “Competenze Genitoriali Virtuali”

1.2 Le aree del funzionamento genitoriale per quanto riguarda l’uso di cellulare, computer e tablet, videogiochi, social network

1.2.1 Controllo

1.2.2 Protezione

1.2.3 Regole

1.2.4 Confini

 

 

INFORMAZIONI PER LE ISCRIZIONI

Il Corso è riservato ad assistenti sociali, pedagogisti, psicologi, neuropsichiatri infantili e psichiatri. Sono ammessi i laureandi in servizio sociale, pedagogia, scienze dell’educazione, medicina e chirurgia che abbiano sostenuto almeno il 70% degli esami del proprio corso di laurea.

Il Corso della durata di 25 ore si articola dal mese di Gennaio 2018 al mese di Aprile 2018.

II costo complessivo per la frequenza del corso di formazione è di Euro 440 + iva, da versare all’atto dell’iscrizione (le pubbliche amministrazioni sono esentate dal pagamento dell’IVA).

La quota è comprensiva di materiale didattico inviato online.

Il Corso è a numero chiuso e i candidati saranno selezionati sulla base del curriculum.

 

La domanda di iscrizione deve essere inviata entro il 18 Dicembre 2017, per la sede di CAGLIARI, corredata da:

-titolo di studio;

-curriculum (provvisto di autorizzazione al trattamento dei dati personali, ai sensi del D.Lvo 196/03);

-due foto formato tessera;

-ricevuta del bonifico bancario di Euro 200,00 intestato a I.FO.S Centro Studi per la famiglia, l'infanzia, Unicredit Banca di Roma - Roma Tiburtina C 30639. IBAN IT 34 V 02008 05166 000400804500. Causale: #Identità Virtuale - sede di CAGLIARI.

 

La quota anticipata (Euro 200,00) sarà interamente restituita, solo ed esclusivamente, nel caso in cui il candidato non dovesse essere ammesso. Il Corso è infatti a numero chiuso.

In tutti gli altri casi (ex: ritiro del candidato prima dell’inizio delle lezioni) la quota anticipata non sarà restituita ma potrà, eventualmente, essere utilizzata per altri Corsi di formazione organizzati dall’IFOS.

 

ESONERI E ASSENZE

Per conseguire l’Attestato l‘allievo dovrà sostenere un esame scritto e simulare il colloquio di consulenza su un caso proposto dai docenti.

Se lo studente supera il limite del 20% di ore di assenza non potrà ricevere l’Attestato.

 

ATTESTATO

Al termine del Corso di formazione sarà rilasciato un Attestato di Competenza, spendibile nei settori pubblici e privati e riportante il voto conseguito.

 

 

 

ESONERI E ASSENZE

Per conseguire l’Attestato l‘allievo dovrà sostenere un esame scritto e simulare il colloquio di consulenza su un caso proposto dai docenti.

Se lo studente supera il limite del 20% di ore di assenza non potrà ricevere l’Attestato.

 

ATTESTATO

Al termine del Workshop sarà rilasciato un Attestato di Competenza, spendibile nei settori pubblici e privati e riportante il voto conseguito.

 

 

 

 

 

 

 

Compila il modulo sottostante per richiedere informazioni.

Nome e Cognome*
Email*
Conferma Email*
Telefono*
Città*
Segreteria da contattare*
Messaggio*


News

set 20, 2017

Dal 20 Settembre 2017, sono online i bandi per i Corsi e Master IFOS

set 16, 2017

IFOS è Provider Nazionale per il rilascio di crediti ECM - Educazione Continua in Medicina (Ministero della Salute) ed è accreditato presso l'Ordine Nazionale degli Assistenti sociali per l'organizzazione di eventi formativi e per il rilascio di crediti.

set 16, 2017

In collaborazione con l'Ufficio II del Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità, Ministero della Giustizia.

Ciclo di seminari su: Identità Virtuale, Valutazione delle competenze genitoriali virtuali, Valutazione della "maturità psicologica" dei minori che commetono reati online.

Home | Mobile | Cagliari Sassari Taranto Roma Pescara | Mappa Sito |
Gruppo IFOS | Staff | Collaborazioni internazionali | ContattaciLavora con noi
Seguici su Facebook