News

Home » Materiale Didattico

Materiale Didattico

mar 10, 2013

"WE CARE": con il finanziamento del Comune di Napoli

IFOS - PROGETTO WE CARE

NAPOLI: 11-16 Marzo 2013


Interventi rivolti a studenti, genitori e docenti

A cura del dott. Luca Pisano

 

 

Progetto di intervento sulla devianza e criminalità minorile.

Laboratori di peer education rivolti a studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado del Comune di Napoli - Quartiere Sanità. Dal 11 al 16 Marzo 2013


Take care - School of Peace Education

A SCUOLA DI PACE
per prendersi cura di se e degli altri

con il finanziamento del COMUNE DI NAPOLI

Comune di Napoli - www.comune.napoli.it

nelle scuole:

Angiulli/Froebeliano/Lombardi primaria

Russo/Lombardi media/Montale

Angiulli/Froebeliano/Lombardi primaria

Russo/Lombardi media/Montale

Russo/Lombardi media/Montale



A cura di

Ifos

 

 

Premessa

In una società teatro di guerre, ingiustizie, sopraffazioni, il Progetto "A Scuola di Pace per prendersi cura di se e degli altri", si pone l'obiettivo di costruire uno spazio educativo (School of Peace Education) che promuova conoscenze, valori, abilità, attitudini, indispensabili per modificare i comportamenti violenti e per sollecitare giovani e adulti a prevenire ogni forma di conflittualità prendendosi cura (take care) di se e degli altri. L'educazione alla pace non può, infatti, configurarsi come un intervento occasionale, estemporaneo, una delle tante attività spesso realizzate nelle scuole in modo frammentario e privo di continuità. Deve caratterizzarsi, invece, come un percorso strutturato, nel tempo e nello spazio, finalizzato, non solo alla trasmissione di valori e principi ma orientato all'azione, un'azione educativa estesa e permanente. Educare i giovani alla pace significa, infatti, formare adulti responsabili, consapevoli dei propri diritti e doveri, rispettosi di quelli altrui, anzi, impegnati nella tutela degli stessi in Italia e nel mondo. Su questi principi si fonda l'idea della costituzione di una "Scuola di Pace", la "School of Peace Education", ubicata formalmente e ufficialmente presso l'Assessorato Pubblica Istruzione ma sostanzialmente itinerante, off line nelle diverse scuole primarie e secondarie di prime grado del Comune di Cagliari ed on line attraverso Facebook (scuola di pace Cagliari) e il sito www.scuoladipacecagliari.it Orientata e sostenuta secondo le modalità illustrate nel presente progetto, la School of Peace Education avrà la possibilità di connettersi con:

1) analoghe esperienze internazionali che l'IFOS realizza in Europa dal 2010, nell'ambito del progetto Grundtvig "educational and culture lifelong learning programme" in collaborazione con: Nofer Institute of Occupational Medicine in Lodz, Poland (Prof. Jacek Pyżalski, Prof. Piotr Plichta, Prof. Kamila Knol) Aristoteles University of Thessaloniki, Greece (Prof. Vasiliki Gountsidou, Prof. Hariton Polatoglou) Mykolas Romeris University, Lithuanian, (Prof. Vilma Živilė Jonynienė).

2) analoghe esperienze nazionali promosse dalla casa editrice GIUNTI – Progetti Educativi in tema di educazione alla legalità, con la quale l'IFOS ha iniziato un rapporto di collaborazione.

 

Finalità

Partendo dal già citato presupposto che un intervento di educazione alla pace, non può essere limitato e circoscritto al contesto scolastico ma deve diventare, per esprimere a pieno i suoi intenti educativi, strumento d'azione ad ampio raggio, si intende, con l'istituzione della "School of Peace Education", perseguire i seguenti obiettivi: - suscitare una vasta mobilitazione educativa finalizzata a diffondere tra i giovani, e non solo, la cultura della pace e dei diritti umani e un maggiore impegno a loro sostegno; - coinvolgere, a questo scopo, le scuole primarie e secondarie di primo grado del Comune di Cagliari per scambiarsi intenti, progettualità, comunicazione, idee; - promuovere un lavoro di rete tra scuole, Enti Locali, centri interculturali, associazioni e servizi presenti sul territorio, per la diffusione della cultura della pace; - produrre, in corso d'opera, materiale educativo, schede didattiche, strumenti per la capillare diffusione dei principi e dei valori sostenuti; - valorizzare, a lungo termine, la scuola come centro di promozione culturale e sociale nel territorio; - diffondere, nel mondo dell'educazione scolastica ed extrascolastica, di riflesso nel territorio, la cultura dei diritti umani e della solidarietà.

 

Obiettivi specifici

Riconoscendo al concetto di educazione alla pace il significato più lato del termine, gli obiettivi specifici perseguiti dal progetto rimandano a varie aree:

- riscoprire valori perduti (altruismo, collaborazione, amicizia…) alternativi ai miti moderni basati sulla materialità, l'avere, l'apparire;

- sollecitare la spinta all'I CARE, al "mi interessa", alla passione verso una realtà che è di fronte a noi e che è da cambiare in meglio;

- prendere consapevolezza dell'interdipendenza dei paesi del mondo e del conseguente essere cittadini del mondo, suscitando una assunzione di responsabilità in relazione alla cittadinanza globale; - sviluppare attitudini e comportamenti improntati alla solidarietà;

- prendere coscienza della necessità del rispetto della legalità per una convivenza pacifica;

- educare all'accettazione dell'altro, al rispetto reciproco, alla tolleranza, alla convivenza democratica;

- conoscere, per rispettare, diversità di ogni genere e culture lontane per superare il razzismo, partendo dal presupposto che l'integrazione può nascere solo nella conoscenza;

- fare riflettere i giovani sull'esigenza di diffondere un'idea di nuovo umanesimo che contrasti i messaggi offerti dalla globalizzazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARCHIVIO SEMINARI:

 

Articolo dell'Unione Sarda sul Seminario. Clicca qui per scaricare l'articolo

 

Il Lions Club Monte Urpinu

Distretto 108 L


con la collaborazione di

ERSU

e

“IFOS –Master in Criminologia”

ORGANIZZANO

 

 

Il Seminario

Cyberpredatori sessuali, preadolescenza, social network

 

Giovedì  6 dicembre 2012 - ore 15,00 – 19,00

sala E.R.S.U

8° piano, Corso Vittorio  Emanuele II, 68 - Cagliari

 

_____________________________________________________

LIONS CLUB MONTE URPINU CAGLIARI
DISTRETTO 108 L

Governatore Mario paolini
Presidente Silvana D'Atri

Lions Clubs  Castello, Host, Karel, Cagliari Villanova, Lioness, Leo, Quartu S. Elena, Selargius, Quartucciu Sinnai.
Centro Antiviolenza Donna Ceteris IFOS- Master in Criminologia

Tema di studio Nazionale " all'abuso sui minori alla violenza sulle Donne. Combattiamo il silenzio"

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DEL FANCIULLO

SEMINARIO: Come difendere i preadolescenti dai Cyberpredatori sessuali
iTAG - Antigrooming training course. Corso di formazione per adulti e giovani


CAGLIARI 20 Novembre 2012  ore 9,00
Aula Magna Liceo Ginnasio Siotto Pintor

Presentazione


Il tema dell'abuso sui minori costituisce una delle priorità dell'anno lionistico corrente ed ha come finalità la diffusione e conoscenza del fenomeno assieme ai possibili interventi nel campo della prevenzione primaria, intesa come educazione alla comunità educante, per far si che non si creino le condizioni e le circostanze che permettono a predatori, pedofili, adescatori, di agire e di modulare le proprie azioni criminali.

Il seminario ha lo scopo di rinforzare genitori, docenti, giovani al fine di prevennire che alcuni eventi accadano e di istruire sull'uso di alcune procedure utili a revenire e contrastare le azioni dei cyber predatori.

Ministero pubblica istruzione Regione Sardegna Provincia di Cagliari


News

set 20, 2014

20 Settembre 2014: pubblicati i nuovi Bandi per i Corsi e Master IFOS - sedi di Cagliari e Sassari.

ago 1, 2014
Recensione sul Master in Criminologia nello speciale settimanale "Eventi", pubblicato in allegato al Sole 24ore del 28.11.2012
ago 1, 2014

La collaborazione dell'IFOS con il Dipartimento di Storia, Società e Studi sull'uomo dell'Università del Salento

Home | Mobile | Cagliari Sassari Taranto Roma Pescara | Mappa Sito |
Staff | Collaborazioni internazionali | Contattaci
Seguici su Facebook